Si chiamano Goccia e Ginger e sono i due labrador che saranno coinvolti nel progetto di Pet therapy alla Rsa “Costa d’Argento” di Orbetello della cooperativa Uscita di Sicurezza. L’iniziativa, finanziata dal Rotary Club Orbetello–Costa d’Argento, è stata ideata dall’Interact Orbetello–Costa d’Argento (il club di servizio per giovani dai 12 ai 18 anni patrocinato, appunto, dal Rotary) e sarà realizzata con gli operatori dell’associazione “Dog 4 Life” onlus, attraverso cinque incontri di due ore ciascuno che coinvolgeranno venti persone divise in piccoli gruppi (dieci partecipanti ogni ora) e che si svilupperà nel prossimo mese.

“Grazie a questo progetto – dicono Luca Terrosi, presidente della cooperativa Uscita di Sicurezza, e Anna Lo Bello, direttrice della struttura – anche alla Costa d’Argento possiamo sperimentare la Pet therapy, uno strumento che già utilizziamo in altri nostri servizi, per esempio in quelli per persone disabili e pazienti della Salute mentale. Si tratta di percorsi importanti che, anche in pochi incontri, cambiano la qualità della vita delle persone che vi vengono coinvolte”.

“Siamo veramente contenti di poter realizzare questo nuovo progetto, dopo la bella esperienza della Pet therapy fatta lo scorso anno alla scuola dell’infanzia di Orbetello scalo”, dice Giulia Corridori, presidente del Club Interact. “Ci rapportiamo adesso con la Residenza sanitaria assistita di Orbetello e speriamo, grazie al contributo finanziario del nostro Club padrino, il Rotary Club di Orbetello-Costa d’Argento,  di poter donare, tra carezze, coccole e sorrisi, qualche momento speciale agli anziani ospiti della struttura”.

“Abbiamo condiviso con entusiasmo l’idea del service proposto dai nostri giovani Interactiani – dichiara Angelo Barbetti, presidente del Rotary Club Orbetello-Costa d’Argento – sia perché questo tipo di progetto si realizza per la prima volta nel nostro territorio sia perché è rivolto agli anziani e siamo sicuri, poiché lo comprovano numerose ricerche scientifiche, che questo tipo di attività apporta loro numerosi benefici,  vantaggi ed emozioni positive”.

Il percorso di Pet therapy, concordato con la cooperativa Uscita di Sicurezza, proprietaria della struttura, ha l’obiettivo di favorire nelle persone anziane una maggiore autostima e fiducia in se stesse e aumentare la capacità di relazione con gli altri. Tutto questo imparando a prendersi cura e a rapportarsi con un animale domestico, in questo caso i due labrador Goccia e Ginger.

“Si tratta di un percorso che può essere realizzato con ogni cane, di qualsiasi taglia e razza – spiega Paola Cecere, istruttrice e conduttore di “Dog 4 Life” -. Imparando a comprendere i bisogni primari e secondari di Goccia e Ginger, e dare una risposta alle loro richieste, i partecipanti potranno fare un lavoro di acquisizione di fiducia in loro stessi”.

pet therapy1