“Interpretare la realtà e immaginare il cambiamento” è la due giorni della cooperazione sociale di inserimento lavorativo promossa da Legacoopsociali che si è svolta a Roma il 5 e 6 giugno.

Sono stati 120 i partecipanti. I rappresentanti delle cooperative provenienti da tutta Italia si sono confrontati e hanno discusso su diversi temi: appalti, inclusione, innovazione e accoglienza tra gli altri temi.

Sono intervenuti Carlo Borzaga, presidente Euricse, Pietro Barbieri, coordinatore dell’Osservatorio nazionale sulle disabilità, Luciano Gallo, avvocato.

Le due giornate sono partite dai numeri della cooperazione sociale “di tipo B”: 800 associate, 30mila occupati, 10mila quelli svantaggiati. Borzaga ha illustrato che questi numeri si inseriscono nei dati complessivi di tenuta della cooperazione sociale durante la crisi tra il 2011 e il 2015: +43% del numero delle cooperative, il 65% di lavoratori a tempo indeterminato, il 58% di investimenti a fronte del 16% per le società Spa e Srl.

A concludere i lavori la presidente nazionale di Legacoopsociali Eleonora Vanni.

Programma 5-6 giugno 2018