La città come luogo per eccellenza della complessità e delle differenze, in cui la molteplicità di attori, di contesti e di culture possono fare emergere conflitti e problemi, ma anche sinergie e nuove sfide condivise. È il tema di fondo della giornata di studio “Differenze in comune – Immaginare e progettare la città inclusiva” in programma il 3 ottobre prossimo alla Biblioteca delle Oblate di Firenze (via dell’Oriuolo 24), promosso dalla cooperativa sociale C.A.T. (dalle 9 alle 18, ingresso libero, iscrizione obbligatoria) con il patrocino di Regione Toscana, Comune di Firenze, Anci Toscana e Biblioteca delle Oblate.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di indagare, a partire da una riflessione sulla città di Firenze, il tessuto di relazioni e di bisogni che definisce lo spazio urbano e di analizzarne le trasformazioni, in rapporto all’uso pubblico e privato degli spazi, alle politiche di inclusione e alle modalità di partecipazione dei gruppi e dei soggetti che vivono la città.
Attraverso un confronto fra diverse esperienze e progetti urbani, anche europei, si vogliono fare dialogare bisogni, pratiche e progetti innovativi.

Una giornata di studio e di confronto in cui esperienze e progetti urbani dialogano intorno a bisogni, pratiche e percorsi innovativi, con l’obiettivo di costruire una città il più possibile a misura delle esigenze di tutti e di tutte: Dif­ferenze in Comune definisce un progetto che, a partire dalle tante diversità che compongono oggi la città di Firenze Firenze, arrivi a immaginare soluzioni il più possibile condivise sul futuro della città  – affermano gli organizzatori – . Il nostro obiettivo è di favorire un dibattito sulla progettazione della città in comune, dove le differenze siano considerate un’opportunità di svi­luppo e non un problema sociale”.

Alle 17 è in programma anche “Le mappe della città”, un workshop per bambini dai 6 ai 12 anni, a cura di CAT, in cui i bambini, attraverso tecniche di educazione non formale, daranno vita alla loro città ideale (iscrizioni presso help desk della biblioteca, o bibliotecadelleoblate@comune.fi.it – help desk 055 2616512).

manif_differenze_DEF